pubalgia

Per chi soffre di problemi come la pubalgia, è buona norma evitare l’esecuzione di alcuni esercizi:

  • l’uso della Leg Press per il potenziamento delle gambe (se non volete rinunciarci fatela con appoggio monopodalico, ovvero una gamba alla volta);
  • balzi su ostacoli alti a piedi pari (quelli bassi 10-20cm utilizzati per la rapidità non danno alcun fastidio);
  • evitate di nuotare a rana… gli adduttori, le ginocchia e la zona lombare vi ringrazieranno!

Scaldatevi sempre bene! Prima di iniziare l’allenamento è importante fare stretching e posture aggiungendo degli esercizi di potenziamento per gli adduttori utilizzando degli elastici, come alternativa si può stringere un pallone tra le ginocchia per 4/5 secondi e poi mollare, in questo caso si deve rimanere seduti e avere l’accortezza di tenere i talloni uniti. Tre serie da quindici ripetizioni con 45-60’’ di recupero sono più che sufficienti!

A fine allenamento altrettanto importante è lo scarico con esercizi di stretching, in particolar modo per i muscoli ileo-psoas e piriformi. Se siete costanti con questo tipo di lavoro noterete che vi riuscirà tutto più facilmente!

Dott. Massimo Raimondi Osteopata

Author Dott. Massimo Raimondi Osteopata

More posts by Dott. Massimo Raimondi Osteopata